P.zza San Francesco, 2 - 06081 ASSISI (PG)

Coro della Cattedrale di Sorrento

Sorrento

Il Coro della Cattedrale di Sorrento è nato nel 1967, il suo fondatore, il giovane Sacerdote don Antonio Izzo, scomparso prematuramente nel 1985, si era ispirato alla frase di Mons. Maillet “Tutti i fanciulli del mondo canteranno la pace di Dio”, creando un gruppo di bambini, che svolgeva il servizio liturgico nella Cattedrale di Sorrento, animando le Messe domenicali e anche tutte le Celebrazioni della Arcidiocesi di Sorrento – Castellammare di Stabia. Il Coro è iscritto dalla sua fondazione alla Federazione Nazionale dei Pueri Cantores e ha partecipato a Congressi e a Rassegne organizzate in tutta Italia. Si compone di due gruppi, per la maggior parte dilettanti: i Pueri Cantores, che comprendono bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni e un gruppo di giovani e adulti, molti dei quali cresciuti proprio sin da bambini all’ interno del Coro.

Il repertorio musicale spazia dalla Musica Sacra, al Gospel, al Pop, agli Autori classici, agli Autori contemporanei, tutto eseguito in polifonia, a 4 voci di Soprani, Contralti, Tenori e Bassi. Nei suoi 54 anni di storia ha contribuito alla formazione musicale, morale e religiosa di generazioni di ragazzi, avvicinando i giovani e tutta la città di Sorrento al canto corale e alla Musica Sacra. La vita del Coro è scandita durante l’ anno da alcuni momenti molti significativi: l’appuntamento più importante è il 22 novembre, festa di S. Cecilia, Patrona della Musica Sacra, dove i nuovi Cantori vengono accolti ufficialmente nel Coro attraverso una celebrazione con la cerimonia di “vestizione” e ricevono l’ abito bianco con la croce di legno, che è l’abito caratteristico dei Pueri Cantores;  il 26 dicembre di ogni anno poi si tiene il tradizionale  Concerto di Natale che si svolge da sempre nella Cattedrale di Sorrento; un altro momento ricco di significato è la meditazione della Domenica delle Palme, che ripercorre la Passione, Morte e Risurrezione di Nostro Signore. Le attività corali non si fermano mai, infatti in estate il Coro offre alla città e ai numerosi ospiti presenti, sia italiani che stranieri, un concerto all’ aperto, con un nutrito repertorio di canzoni napoletane, alla fine del quale non può mai mancare la famosissima “Torna a Surriento” in una elaborazione originale del M° Enrico Buondonno, scritta e dedicata dall’ Autore proprio al nostro Coro. Il Coro si incontra un paio di volte alla settimana per le prove e la domenica per la Messa e si compone in totale di circa 60 elementi.

img

Vuoi partecipare alla prossima edizione?

Compila il nostro modulo di iscrizione